Un’infanzia difficile

Chi di voi non ricorda il giocattolo più desiderato da piccoli, quello per cui ci si inchiodava davanti alla vetrina, per cui si facevano capricci e tonnellate di buoni propositi pur di intenerire il cuore di mamma e papà?
E per chi almeno uno di questi oggetti tanto bramati, che tutti gli amici e compagni di scuola sembrano avere meno te, non è rimasto che un sogno da fare ad occhi aperti, prima di addormentarsi nella cameretta strapiena di tutti gli altri giochi?
Quante volte abbiamo pensato di essere poveri perchè ci siamo sentiti dire che “costa troppo” e abbiamo desiderato con tutto il nostro cuoricino di essere figli di un miliardario che ci avrebbe sommerso con tutto quello che avremmo potuto chiedere?

Se abbiamo superato l’infanzia senza traumi, possiamo adesso consolarci leggendo che nemmeno ai bambini di uno degli uomini più ricchi del mondo è concesso tutto: niente iPod o iPhone per i signorini Gates.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *