Hello to Ello

Nutro qualche dubbio sul futuro di Ello.
I suoi presupposti di partenza sono sicuramente giusti e condivisibili, i suoi piani di finanziamento un po’ ottimistici e forse un po’ ingenui.
Sicuramente stare su Ello adesso è un po’ come quando si arriva troppo presto in un locale: non c’è nessuno e non sai cosa fare.

Curiosando tra i profili sembra che la compagnia sia buona: artisti, designer, scrittori, fotografi… e c’è la possibilità di dividere le amicizie dalle conoscenze più o meno profonde.

La grafica è oltre i minimal, ma funzionale.

Se qualcuno volesse venire a farmi compagnia o fosse solo curioso di vedere questo anti-Facebook di cui si parla tanto e si sa poco, ho 15 14 13 inviti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *