Download automatici di un canale Youtube

Di Youtube-dl ho già parlato, ma ogni volta che vi ricorro si dimostra ancora più versatile e potente di quanto potessi immaginare.
Una convention annuale solitamente articolata in più giorni, in questo periodo di pandemia si svolge completamente online, pubblicando i filmati degli interventi su un canale Youtube.
Purtroppo i video rimangono disponibili solo per poche ore, avevo quindi bisogno di scaricarli in fretta, evitando però di includere anche altri video pubblicati precedentemente.

Leggendo tra la documentazione di Youtube-dl, ho scoperto l’opzione --dateafter, mi basta quindi impostare la data di inizio della convention per selezionare automaticamente solo i video pubblicati a partire da quella data.

Con l’opzione --download-archive evito il download dei video precedentemente scaricati. Youtube-dl tiene traccia di quanto ha già scaricato nel file download.txt .

L’opzione -i ignora eventuali errori relativi a filmati non disponibili, nel mio caso utili perchè già presenti in playlist i filmati in programma nei giorni successivi.

Con l’opzione -o specifico la cartella di destinazione e il formato del nome del file da salvare.

Il comando completo è quindi:

$ youtube-dl -o "/cartella/download/%(title)s.%(ext)s" --dateafter 20210315 --download-archive /cartella/download/downloads.txt -i https://www.youtube.com/playlist?list=abcde1234

inserito in un crontab, ogni 6 ore controlla la presenza di nuovi video e li scarica nella cartella scelta.

# scarica i nuovi filmati ogni 6 ore
* */6 * * * youtube-dl -o "/mnt/download/CON6/%(title)s.%(ext)s" --dateafter 20210315 --download-archive /mnt/download/downloads.txt -i https://www.youtube.com/playlist?list=abcde1234

Domanda/offerta (un post da leggere dopo il caffè)

Abbiamo già avuto i Libri di merda, oltre a tutti i titoli scadenti che riempiono le librerie, ma la legge della domanda e dell’offerta questa volta ha portato a Poopfiction

Se il nome non è abbastanza esplicito, cliccate sul link la prossima volta che “vi ritirate a pensare”. 

Corto circuito

Maggio 2014.
Ricevere una mail da MySpace (Mi ero iscritto a MySpace?!?) fa lo stesso effetto di trovarti un messaggio in una bottiglia tra i piedi mentre passeggi sul bagnasciuga di Rimini il 14 di agosto. Del 2014.

Fatto sta che questo messaggio di MySpace, celatamente disperato come potrebbe essere una ragazza conosciuta da ubriaco ad una festa della birra che ti ritrova su Internet dopo anni e comincia a scriverti con un “Ehilà! … “, mi ha fatto l’effetto di una madeleine del signor Proust e ho scoperto che esiste ancora anche Napster.

Adesso vado a vedere www.jumpy.it .